IX seminario “Dalla mappa al GIS” (Roma, 9 e 10 aprile 2015)

IX seminario di studi storico-cartografici
Dalla mappa al GIS

“Terremoti e altri eventi calamitosi nei processi di territorializzazione”

Roma, 9 e 10 aprile 2015

#mappagis15 – Segui e commenta il Seminario

Programma – Locandina

9 aprile 2015
Gli eventi calamitosi e i processi di territorializzazione

Ore 15,00 – Saluti istituzionali

Ore 15,30 – I sessione – Presiede: Annalisa D’Ascenzo
NICOLA GABELLIERI, VALBONA FLORA
“Nomi dei luoghi” e eventi calamitosi: proposta per un approccio storico alla toponomastica applicato al caso toscano

MATTEO PROTO, ALESSANDRO RICCI
Cartografia e “pax idraulica”: esondazioni, progettazione e gestione del territorio nella valle dell’Adige

LUISA SPAGNOLI
L’azione territorializzante e i processi rigenerativi. Il paesaggio dell’acqua e l’Aniene

Ore 16,30 Pausa caffè

Ore 17,00
MICHELE CASTELNOVI
Le alluvioni del Bisagno (Ge) in prospettiva storico-geografica

ASTRID PELLICANO
Dinamica territoriale e recupero ambientale di Sarno a quasi vent’anni di distanza dal dissesto

ALEXANDRE NOBAJAS
Using historical cadastral cartography to study the relationship between flash floods and urban change in Barcelona

MARIO AVERSA
Eventi naturali, informazioni storiche, elementi geomorfologici e contributo fornito dall’analisi delle immagini satellitari radar

Ore 18,20 – Dibattito

10 aprile 2015
I terremoti e le dinamiche territoriali

Ore 9,30 – II sessione – Presiede: Carla Masetti
ALESSANDRO GUIDI
L’influenza delle eruzioni vulcaniche sul popolamento pre- e protostorico della Campania

JOSÉ MIGUEL DELGADO BARRADO
Reflexiones metodológicas del traslado de ciudades por fenómenos telúricos en Italia Meridional. Casos de Val di Noto, Calabria y Belice (siglos XVII-XX)

ANNA GRIMALDI
Il terremoto del 1783 in Calabria e in Sicilia. Fonti iconografiche e resoconti di viaggio

SIMONETTA CONTI
Il terremoto del 1783 e la ricostruzione

Ore 11,10 Pausa caffè

Ore 11,30
ANNALISA D’ASCENZO
«Allo stato funesto della Città [dell’Aquila] rovinata in tante parti… si aggiunse il non meno funesto del contado». I terremoti come fattore del complesso rapporto fra la città e il suo territorio?

MARCO PANTALONI, FABIANA CONSOLE, PAOLO PERINI
Evoluzione della Piana del Fucino tra bonifica e terremoto (1870 – 1915)

LINA CALANDRA, MARTA ALLEVI, SERENA CASTELLANI, FRANCESCA PALMA
Il laboratorio Cartolab nel post-sisma aquilano: ricerca, partecipazione, educazione all’interfaccia tra politica e società

ANTONELLA PRIMI, CHIARA ACCOGLI
Eventi sismici e cartografia critica: i casi di L’Aquila e Haiti

Ore 13,00 – Presentazione dei poster
Poster di: SERENA CASTELLANI; ANTONIO COLAPIETRO e MAURO LUCARINI.

Ore 15,00 – III sessione – Presiede: Claudio Cerreti
EMILIA SARNO
Dai “tremuoti” al rischio sismico: la memoria storica per la salvaguardia del territorio

PAOLO MACCHIA, MASSIMILIANO GRAVA
Il terremoto toscano del 1846: dalla mappa al GIS

FAUSTO MARINCIONI, MAHSA SABOUR, MICHELE MARCONI
Mappare il rischio sismico nella Regione Marche; l’uso dei GIS nei modelli empirici di previsione basati sull’analisi del catalogo sismico e la vulnerabilità strutturale degli edifici

GIANLUCA CASAGRANDE
Effetti materiali di un terremoto e percezione geoculturale: considerazioni sul caso della sequenza sismica in Pianura Padana (2012)
Ore 16,20 – Dibattito

#mappagis15 – Segui e commenta il Seminario

I sessione – 9 aprile 2015, ore 15,00

II sessione – 10 aprile 2015, ore 9,30

III sessione – 10 aprile 2015, ore 15,00

Seminari in onore di G.A. Rizzi Zannoni

Il CISGE e la Società Geografica Italiana, con il contributo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre, organizza i seminari che si terranno mercoledì 5 novembre presso la Società Geografica Italiana in occasione delle celebrazioni del bicentenario della morte dello scienziato padovano, Giovanni Antonio Rizzi Zannoni (Padova, 1736 – Napoli, 1814), astronomo, geodeta, geografo e cartografo, fondatore a Napoli della famosa Officina Topografica, successivamente trasformata in Reale Officio Topografico, dal quale trasse per buona parte origine l’Istituto Geografico Militare.

Programma
Mercoledì 5 novembre 2014
ore 10 – Sala del Consiglio di Palazzetto Mattei in Villa Celimontana
Principi e metodi di analisi cartometrica e contenutistica della cartografia storica tra Sette e Ottocento
intervengono: Simonetta Conti, Elena Dai Pra’ e Vladimiro Valerio
coordina: Carla Masetti

ore 16 – Aula “Giuseppe Dalla Vedova” di Palazzetto Mattei in Villa Celimontana
La carta e la penna. Rappresentazione cartografica e protogeografia tra XVIII e XIX secolo nel Mezzogiorno d’Italia (nel bicentenario della morte di G.A. Rizzi Zannoni)
intervengono: Claudio Cerreti, Ernesto Mazzetti e Silvia Siniscalchi
coordina: Tullio D’Aponte

Nell’occasione sarà organizzata un’esposizione dei documenti cartografici di Rizzi Zannoni
restaurati grazie alle donazioni raccolte nell’ambito del progetto “Adotta un documento”.

Ciclo di seminari “La cartografia storica tra Sette e Ottocento”

Il Centro Italiano per gli Studi Storico Geografici, in collaborazione con il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre, organizza un ciclo di seminari dal titolo La cartografia storica tra Sette e Ottocento. Principi, metodi e percorsi di ricerca.

I seminari sono inseriti nell’ambito delle celebrazioni del bicentenario della morte dello scienziato padovano, Giovanni Antonio Rizzi Zannoni (Padova, 1736 – Napoli, 1814), astronomo, geodeta, geografo e cartografo, fondatore a Napoli della famosa Officina Topografica, successivamente trasformata in Reale Officio Topografico, dal quale trasse per buona parte origine l’Istituto Geografico Militare.

Calendario dei seminari:

Mercoledì 22 ottobre – ore 14.00-16.00
Massimo Rossi (Fondazione Benetton Studi Ricerche)
Cartografia pittoresca. Mappe, topografi, artisti e correnti estetiche tra XVIII e XIX secolo

Lunedì 3 novembre – ore 14.00-16.00
Anna Guarducci (Università di Siena)
La cartografia manoscritta per il governo del territorio nell’Italia preunitaria

Martedì 4 novembre – ore 14.00-16.00
Paola Pressenda (Università di Torino)
Il problema della schedatura della cartografia storica: dal dibattito ottocentesco alle tendenze più recenti

Giovedì 13 novembre – ore 14.00-16.00
Andrea Cantile (Istituto Geografico Militare)
Teorie, metodi e strumenti della cartografia geometrica

Tutti i seminari si svolgeranno presso il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci”, Via Ostiense 234-236, 00144 Roma (piano terra; metropolitana linea B fermata “Marconi”)

Ottavo Seminario Dalla mappa al GIS

Per un atlante della Grande Guerra

21 e 22 maggio 2014
Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci”
Dipartimento di Studi Umanistici – Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236 (metro B, fermata “Marconi”)

Presentazione
Tema conduttore dell’Ottavo seminario di studi storico-cartografici “Dalla mappa al GIS” è la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale, da cui il sottotitolo Per un Atlante della Grande Guerra. È intenzione degli organizzatori non solo di proporre spunti e favorire riflessioni sull’utilizzo dei laboratori geocartografici universitari come sostegno alla didattica e alla ricerca, ma in particolare, riunendo studiosi provenienti da più aree disciplinari, di ipotizzare alcune linee guida per una possibile collaborazione a un progetto comune, finalizzato alla realizzazione di un Atlante della Grande Guerra.
In considerazione del carattere interdisciplinare del Seminario, la definizione delle sessioni al suo interno è alquanto varia e privilegia tanto ambiti di ricerca con stretto riferimento alle trasformazioni prodotte sul territorio prima, durante e dopo lo svolgimento del conflitto mondiale, quanto tematiche relative al recupero, tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale della “memoria storica” della Prima Guerra Mondiale, attraverso anche l’utilizzo delle più recenti tecnologie (allestimento di siti web e di portali, ideazione di percorsi virtuali con i GIS, condivisione di base dati on line, …).
L’incontro, come ogni anno, è articolato in una serie di interventi distribuiti in più sessioni. Accanto ad esse, è prevista anche una sessione poster, collegata all’argomento delle due giornate di studio e finalizzata alla presentazione di ricerche in corso e di lavori con taglio più circoscritto.

Programma
Programma con abstract

Streaming del Seminario

Geografie che hanno fatto Storia. I – Gli anni ’80

Giovedì 27 febbraio 2014 si terrà il primo di una serie di incontri sui Grandi libri nella geografia italiana contemporanea.

I – Gli anni ’80

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su tre libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia.
(altro…)

VII seminario “Dalla mappa al GIS”

VII Seminario “Dalla mappa al GIS”
Cartografia storica e GIS
nella gestione, tutela e valorizzazione
dei beni ambientali e culturali

Roma, 6-7 giugno 2013
Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci”
Dipartimento di Studi Umanistici
Via Ostiense, 236

Call for paper
Scheda di iscrizione e partecipazione

Scadenza per l’invio di proposte: 6 maggio 2013.
Comunicazione proposte accettate: 10 maggio 2013.
Invio testo completo per la pubblicazione negli atti: 9 settembre 2013.

Maggiori informazioni sul programma saranno pubblicate a breve.
Per informazioni: Dott. Arturo Gallia.

Mappæ Mundi

Marco PoloMappæ Mundi. La scoperta europea dell’Oriente nella cartografia dei secoli XIII-XVI. Congetture ed esperienze per una nuova visione del mondo. Il contributo di Marco Polo. (Roma, 16 dicembre 2005-29 gennaio 2006)
a cura di Luciano Lago, Claudio Rossit, Orietta Selva, Dragan Umek con la collaborazione di Filippo Bencardino,
Celebrazioni del 750° anniversario della nascita di Marco Polo.