Convegno “Cesare Battisti geografo e cartografo di frontiera”

Trento, 27-29 ottobre 2016
Castello del Buonconsiglio – Sala Grande

Programma provvisorio

27 Ottobre

 

13:00 Aperitivo di benvenuto

14:00 Apertura del Convegno, Laura Dal Prà (Direttore del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni provinciali)

Saluti istituzionali

 

14:30  Interventi Presidenti sodalizi geografici

15:00  Introduzione ai lavori, Elena Dai Prà

15:30  I Sessione (introduce e coordina Andrea Cantile)

La formazione scientifica di Cesare Battisti: gli studi a Firenze, la produzione cartografica

Massimo Quaini, Cesare Battisti: la più grande anomalia nella storia della geografia italiana

Laura Cassi, Cesare Battisti all’Istituto di Studi superiori di Firenze. Lo studente e lo studioso

Vincenzo Calì, Vegliare al valico alpino: Battisti dalla geografia come scienza della scuola fiorentina alla “speciale attività politica” dell’esilio trentino

Leonardo Rombai, Cesare Battisti, le opere civili, le opere militari: una geografia per l’azione

Massimo Rossi, Cesare Battisti “cartografo”. Il rapporto con l’Istituto Geografico De Agostini

di Novara

 

17:30 Pausa caffè

18:00 Visita alla mostra Cesare Battisti geografo in Valsugana a Levico (Forte delle Benne)

20:30 Cena sociale

28 ottobre

9:30 II Sessione (introduce e coordina Paola Pressenda)

Cesare Battisti e la geografia del Trentino. Analisi regionale, produzioni monografiche, guide, itinerari, toponomastica

Francesco Micelli, Geografia e irredentismo: il caso Brentari

Davide Bagnaresi e Sergio Zilli, Le “Guide” di Cesare Battisti e le “Guide” della scuola dei Marinelli come contributo alla costruzione dell’Italia

 Giuseppe Rocca, Cesare Battisti, precursore della geografia turistica nell’elaborazione della guida dedicata a Levico Terme

Simonetta Conti, Terminologia geografica o toponomastica? Il pensiero innovatore di Battisti e le sue conseguenze su un filone di studi

Michele Castelnovi, Il «Gran Cerchio de l’Alpi»: concetto geopolitico e morfologia fisica da Mazzini a Battisti

 

12:00  Visita alla mostra Tempi della storia, tempi dell’arte. Cesare Battisti tra Vienna e Roma (Castello del Buonconsiglio)

 

13:30 Pausa pranzo

 

15:00 III Sessione (introduce e coordina Anna Guarducci)

La geografia di Battisti nel contesto delle teorie geografiche europee

Peter Judson, Nationalist Activism and the Problem of Borderlands in the Habsburg Monarchy, 1880-1918

 Marco Bellabarba, Paesaggio, storia, linguaggio: note su Battisti e la questione nazionale

 Ernst Steinicke e Kurt Scharr, Cesare Battisti and the German Geography. The view from outside

16:00 Tavola rotonda (introduce e modera Claudio Cerreti)

Approcci interdisciplinari alla figura di Cesare Battisti nel contesto alpino. Prospettive e potenzialità della ricerca

Gustavo Corni, Giuseppe Dematteis, Francesco Micelli, Elvira Migliario, Massimo Quaini

17:30 Assemblea CISGE

20:30 Cena

 

29 Ottobre

9:30  IV Sessione (introduce e coordina Vincenzo Calì)

Temi, teorie geografiche e divulgazione scientifica al tempo di Cesare Battisti

Matteo Proto, Spazio e tempo nella geografia di Cesare Battisti: i confini storici e geografici del Trentino

Luisa Rossi, Ernesta Bittanti Battisti (1871-1957), dalla geografia storica alla geografia politica

Lamberto Laureti, Confini naturali e politici del nostro Paese: la posizione dei geografi italiani agli inizi del XX secolo, da Battisti a Errera, Baratta e altri

Tommaso Mazzoli, Cesare Battisti negli archivi digitali dei quotidiani di inizio secolo

Andrea Perrone, Cesare Battisti e “La Cultura geografica”. Il socialista trentino e la divulgazione scientifica della geografia

 11:30 Chiusura dei lavori, Carla Masetti ed Elena Dai Prà

LocandinaProgramma | Scheda di iscrizione

Call for papers: X Seminario di studi storico-cartografici “Dalla mappa al GIS”

X Seminario di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS
Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio

Roma, 7-8 aprile 2016

Il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Roma Tre, in collaborazione con il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, organizza nei giorni 7 e 8 aprile 2016 la decima edizione del Seminario di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS. Il tema al centro dell’incontro è Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio, ossia la riflessione sull’importanza delle ricerche e delle fonti custodite negli archivi e nelle conservatorie in genere per lo studio e la comprensione delle dinamiche territoriali, nel lungo periodo, soprattutto in prospettiva dell’individuazione, dell’analisi e della soluzione dei problemi odierni.

Indubbiamente, ormai, la complessa realtà attuale affonda le proprie radici nei processi geostorici e nelle dinamiche ambientali che hanno interessato in passato il territorio, perciò i progetti di governance territoriale non possono prescindere da tali studi per proporre interventi risolutivi.

Seguendo la tradizione dell’appuntamento romano, l’intento è quello di fare emergere casi di studio, pratiche virtuose, proposte e spunti di discussione per supportare la riflessione epistemologica e teorica sul rapporto fra l’uomo e l’ambiente.

Sono previste sessioni tematiche che, come avvenuto nelle scorse edizioni, sono potenzialmente le seguenti:
– l’approccio diacronico alla cartografia storica;
– il contributo dei GIS nel campo della ricerca storico-geografica e applicata alla governance territoriale;
– la tutela e la valorizzazione dei beni ambientali, culturali, storici e paesaggistici;
– lo sviluppo socio-economico;
– i laboratori geocartografici universitari come sostegno della didattica e della ricerca.

Chi fosse interessato a partecipare è pregato di inviare, entro e non oltre il 6 marzo 2016, il titolo dell’intervento e un abstract a annalisa.dascenzo@uniroma3.it. Le proposte verranno valutate dal comitato scientifico che provvederà a redigere il programma dei lavori.

Comitato organizzativo: Annalisa D’Ascenzo, Arturo Gallia, Carla Masetti