«Geostorie», anno XII, nn. 2-3, 2004

Indice

Annalisa D’Ascenzo
Presentazione, pp. 53-54 [wpfilebase tag=file id=113 /]

Emanuela Casti
Catalogazione e schedatura cartografica. Il superamento della tassonomia, pp. 55-75 [wpfilebase tag=file id=114 /]

Vladimiro Valerio
Ruoli e qualifiche degli autori di documenti cartografici. Contributo alla discussione sul significato di «cartografo» e di «cartografia», pp. 77-85 [wpfilebase tag=file id=115 /]

Simonetta Conti
Gli autori di carte nautiche, pp. 87-99 [wpfilebase tag=file id=102 /]

Leonardo Rombai
La cartografia degli enti collettivi. Problemi di attribuzione di responsabilità, pp. 101-117 [wpfilebase tag=file id=103 /]

Carlo Vivoli
Cartografia e archivi, pp. 119-131 [wpfilebase tag=file id=104 /]

Giorgio Mangani
L’idea dell’Atlante. Aspetti editoriali della produzione di carte e atlanti (secoli XV-XVII), pp. 133-137 [wpfilebase tag=file id=105 /]

Laura Federzoni
Considerazioni preliminari sul restauro virtuale di carte geografiche antiche e sui più recenti strumenti tecnici di riproduzione e di lettura, pp. 139-150 [wpfilebase tag=file id=106 /]

Margherita Azzari
Dal database all’ipertesto appunti per il Dizionario dei Cartografi Italiani, pp. 151-154 [wpfilebase tag=file id=107 /]

GIS per l’archeologia del paesaggio – GIS per la tutela e valorizzazione dei beni ambientali e storico-culturali

Atti dei workshops
GIS per l’archeologia del paesaggio – GIS per la tutela e valorizzazione dei beni ambientali e storico-culturali (Firenze, 2000-2001)
a cura di Margherita Azzari
«Geostorie», vol. X, nn. 1-2, 2002     http://www.cisge.it/blog/geostorie/1-2-2002/

Con il titolo comune di Beni ambientali e culturali e Geographical Information System, un numero monografico di «Geostorie» è stato dedicato ai workshop dal titolo GIS per l’archeologia del paesaggio e GIS per la tutela e valorizzazione dei beni ambientali e storico-culturali, entrambi curati da Margherita Azzari e svoltisi a Firenze rispettivamente nel 2000 e nel 2001. L’obiettivo era indagare le potenzialità di questi nuovi strumenti informatici per la ricostruzione dei passati assetti territoriali e per il censimento e la tutela del patrimonio culturale e ambientale ai fini della valorizzazione delle risorse paesaggistiche, storico-culturali e didattiche.