La Georgia e l’Identità Europea

Mercoledì 27 novembre 2013, ore 17,30, nella Sala San Pio X, dell’Ambassade de Géorgie près le Saint-Siège, Via dell’Ospedale, 1 (traversa Via della Conciliazione), si terrà una conferenza sul tema “La Georgia e l’Identità Europea“, in occasione del Terzo Summit del Partenariato Orientale di Vilnius.
Relatori saranno S.E. Signora Irena Vaišvilaitė, Ambasciatore di Lituania (“Georgia e prospettive europee”) e la Prof. Patrizia Licini (“www.mappaemundi.eu.ge – contribuzione della Georgia al processo della costruzione europea”).

Si ricorda a tutti che per l’ingresso sarà necessario esibire una copia stampata del programma/invito

«Geostorie», anno VIII, nn. 1-2, 2000

Indice

I. Luzzana Caraci
Presentazione, pp. 3-4 

Articoli
E. Manzi
Paesaggi mediterranei tra mito e cartografia: Napoli, Sicilia, Spagna, pp. 5-23 

P. Licini
Formula picturarum “ciberbetica”, pp. 25-55 

C. Palazzolo
La rappresentazione dell’Italia nelle carte di Diogo Homem, pp. 57-75 

Rassegne bibliografiche
I. Luzzana Caraci
Nuova luce sui fratelli Verrazzano, pp. 77-81 

Segnalazioni bibliografiche, pp. 83-91

Verbale dell’Assemblea, pp. 93-95

«Notiziario», anno III, n. 1, 1995

Indice

Patrizia Licini
Cartografando l’immaginabile, pp. 3-14

Luisa Rossi
Per la storia del viaggio al femminile. Una prima riflessione sulle viaggiatrici in Oriente e Africa, pp. 15-26

Rassegne Bibliografiche

Francesco Surdich
Giornate di studio, seminari e convegni sulla scoperta del Nuovo Mondo, pp. 27-28 

Informazioni Bibliografiche, pp. 29-31 

Segnalazioni Bibliografiche, pp. 32-37 

Nuove Riviste, p. 38 

Mostre e Convegni, p. 39 

Momenti e problemi della geografia contemporanea

Momenti e problemi della geografia contemporaneaAtti del convegno
Momenti e problemi della geografia contemporanea. Convegno internazionale in onore di Giuseppe Caraci geografo storico umanista (Roma, 24-26 novembre 1993)
Genova, Brigati, 1995

Programma del Convegno

A Roma, nel novembre 1993, si è svolto il Convegno Internazionale di studi in onore di Giuseppe Caraci nel centenario della nascita. L’analisi dell’opera di questo geografo, storico, umanista ha ripercorso la pluralità dei campi di indagine che lo appassionarono e che fornirono un prezioso contributo agli studi geografici. La riflessione del Caraci si è soffermata sui temi relativi a Cristoforo Colombo e la scoperta dell’America, Amerigo Vespucci e Giovanni da Verrazzano e sulla storia della cartografia e della geografia.
I contributi pubblicati negli Atti del Convegno sono ordinati in sette parti, di cui la prima dedicata a Giuseppe Caraci. Le altre parti ripercorrono gli itinerari della sua ricerca secondo la seguente articolazione: Le scuole geografiche nazionali a confronto: percorsi e prospettive; Problemi epistemologici e prospettive della geografia contemporanea; La geografia italiana del ‘900; Le vie delle Indie: aspirazioni, esplorazioni e relazioni; Documenti cartografici del Vecchio e Nuovo Mondo ed esperienze di ricerca sul campo.

Indice

Maria Gemma Grillotti Di Giacomo
Introduzione, pp. XI-XII  - 0.3 Introduzione - Da Mettere Scarica .PDF (504.7 KiB)

Parte I - Giuseppe Caraci geografo, storico, umanista
Parte II - Scuole geografiche a confronto. Percorsi e prospettive
Parte III - Problemi epistemologici e prospettive della geografia contemporanea
Parte IV - La geografia italiano dal '900
Parte V - Le vie delle Indie. Aspirazioni, esplorazioni, e relazioni
Parte VI - Documenti cartografici del vecchio e del nuovo mondo
Parte VII - Esperienze di ricerca sul campo