Geografie che hanno fatto Storia. III – I lunghi anni 1980

Grandi libri nella geografia italiana contemporanea. III – I lunghi anni 1980

Giovedì 3 novembre 2016 – Aula Verra – Scuola di Lettere, Filosofia, Lingue (Università degli Studi Roma Tre)
Roma, Via Ostiense 234

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su cinque libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia in Italia.

Programma

10:00 – Saluti di apertura e presentazione dell’incontro

Coordina la sessione mattutina Francesca Governa

10:30 – Claudio Cerreti e Filippo Celata dialogano su
Dopo la Geografia, di Massimo Quaini (1978)

11:30 – Fabio Lando e Marcello Tanca dialogano su
Les langages des représentations géographiques, a cura di Gabriele Zanetto (1987)

12:30 – Piergiorgio Landini e Silvia Siniscalchi dialogano su
I segni del mondo, di Franco Farinelli (1992)

13:30 – Pausa e buffet

Coordina la sessione pomeridiana Maria Tinacci

15:00 – Claudio Minca e Marcella Schmidt di Friedberg dialogano su
The Condition of Postmodernity, di David Harvey (1989)

16:00 – Raffaele Cattedra e Matteo Marconi dialogano su
Verso una teoria geografica della complessità, di Angelo Turco (1988)

17:00 – Claudio Cerreti e Claudio Minca, Commenti a conclusione di un’esperienza

17:30 – Dibattito generale

L’incontro sarà diffuso in live streaming a cura del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici.

Con il sostegno dei Master Digital Earth e Smart Governance. Strategie e strumenti GIS per la gestione dei beni territoriali e culturali e Studi del territorio – Environmental Humanities.

Sessione della mattina

Sessione del pomeriggio

Convegno “Cesare Battisti geografo e cartografo di frontiera”

Trento, 27-29 ottobre 2016
Castello del Buonconsiglio – Sala Grande

Programma provvisorio

27 Ottobre

 

13:00 Aperitivo di benvenuto

14:00 Apertura del Convegno, Laura Dal Prà (Direttore del Castello del Buonconsiglio. Monumenti e collezioni provinciali)

Saluti istituzionali

 

14:30  Interventi Presidenti sodalizi geografici

15:00  Introduzione ai lavori, Elena Dai Prà

15:30  I Sessione (introduce e coordina Andrea Cantile)

La formazione scientifica di Cesare Battisti: gli studi a Firenze, la produzione cartografica

Massimo Quaini, Cesare Battisti: la più grande anomalia nella storia della geografia italiana

Laura Cassi, Cesare Battisti all’Istituto di Studi superiori di Firenze. Lo studente e lo studioso

Vincenzo Calì, Vegliare al valico alpino: Battisti dalla geografia come scienza della scuola fiorentina alla “speciale attività politica” dell’esilio trentino

Leonardo Rombai, Cesare Battisti, le opere civili, le opere militari: una geografia per l’azione

Massimo Rossi, Cesare Battisti “cartografo”. Il rapporto con l’Istituto Geografico De Agostini

di Novara

 

17:30 Pausa caffè

18:00 Visita alla mostra Cesare Battisti geografo in Valsugana a Levico (Forte delle Benne)

20:30 Cena sociale

28 ottobre

9:30 II Sessione (introduce e coordina Paola Pressenda)

Cesare Battisti e la geografia del Trentino. Analisi regionale, produzioni monografiche, guide, itinerari, toponomastica

Francesco Micelli, Geografia e irredentismo: il caso Brentari

Davide Bagnaresi e Sergio Zilli, Le “Guide” di Cesare Battisti e le “Guide” della scuola dei Marinelli come contributo alla costruzione dell’Italia

 Giuseppe Rocca, Cesare Battisti, precursore della geografia turistica nell’elaborazione della guida dedicata a Levico Terme

Simonetta Conti, Terminologia geografica o toponomastica? Il pensiero innovatore di Battisti e le sue conseguenze su un filone di studi

Michele Castelnovi, Il «Gran Cerchio de l’Alpi»: concetto geopolitico e morfologia fisica da Mazzini a Battisti

 

12:00  Visita alla mostra Tempi della storia, tempi dell’arte. Cesare Battisti tra Vienna e Roma (Castello del Buonconsiglio)

 

13:30 Pausa pranzo

 

15:00 III Sessione (introduce e coordina Anna Guarducci)

La geografia di Battisti nel contesto delle teorie geografiche europee

Peter Judson, Nationalist Activism and the Problem of Borderlands in the Habsburg Monarchy, 1880-1918

 Marco Bellabarba, Paesaggio, storia, linguaggio: note su Battisti e la questione nazionale

 Ernst Steinicke e Kurt Scharr, Cesare Battisti and the German Geography. The view from outside

16:00 Tavola rotonda (introduce e modera Claudio Cerreti)

Approcci interdisciplinari alla figura di Cesare Battisti nel contesto alpino. Prospettive e potenzialità della ricerca

Gustavo Corni, Giuseppe Dematteis, Francesco Micelli, Elvira Migliario, Massimo Quaini

17:30 Assemblea CISGE

20:30 Cena

 

29 Ottobre

9:30  IV Sessione (introduce e coordina Vincenzo Calì)

Temi, teorie geografiche e divulgazione scientifica al tempo di Cesare Battisti

Matteo Proto, Spazio e tempo nella geografia di Cesare Battisti: i confini storici e geografici del Trentino

Luisa Rossi, Ernesta Bittanti Battisti (1871-1957), dalla geografia storica alla geografia politica

Lamberto Laureti, Confini naturali e politici del nostro Paese: la posizione dei geografi italiani agli inizi del XX secolo, da Battisti a Errera, Baratta e altri

Tommaso Mazzoli, Cesare Battisti negli archivi digitali dei quotidiani di inizio secolo

Andrea Perrone, Cesare Battisti e “La Cultura geografica”. Il socialista trentino e la divulgazione scientifica della geografia

 11:30 Chiusura dei lavori, Carla Masetti ed Elena Dai Prà

LocandinaProgramma | Scheda di iscrizione

X seminario Dalla mappa al GIS: Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio

Il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Roma Tre, in collaborazione con il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, organizza nei giorni 7 e 8 aprile 2016 la decima edizione del Seminario di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS. Il tema al centro dell’incontro è Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio, ossia la riflessione sull’importanza delle ricerche e delle fonti custodite negli archivi e nelle conservatorie in genere per lo studio e la comprensione delle dinamiche territoriali, nel lungo periodo, soprattutto in prospettiva dell’individuazione, dell’analisi e della soluzione dei problemi odierni. Indubbiamente, ormai, la complessa realtà attuale affonda le proprie radici nei processi geostorici e nelle dinamiche ambientali che hanno interessato in passato il territorio, perciò i progetti di governance territoriale non possono prescindere da tali studi per proporre interventi risolutivi. Seguendo la tradizione dell’appuntamento romano, l’intento è quello di fare emergere casi di studio, pratiche virtuose, proposte e spunti di discussione per supportare la riflessione epistemologica e teorica sul rapporto fra l’uomo e l’ambiente.

Programma

7 aprile 2016

8 aprile 2016 – mattina

8 aprile 2016 – Pomeriggio

Geografie che hanno fatto Storia. II – Gli anni ’80 (bis)

Giovedì 26 febbraio 2015 si terrà il secondo incontro sui Grandi libri nella geografia italiana contemporanea.
(Qui il programma del primo incontro)

II – Gli anni ’80 (bis)

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su quattro libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia in Italia.

Coordina Franco Farinelli

Programma
10:30 – Saluti di apertura
10:45 – Claudio Cerreti e Claudio Minca presentano l’incontro
11:00 – Lida Viganoni e Davide Papotti dialogano su Una introduzione alla Geografia umana, di Pasquale Coppola (1986)
12:00 – Girolamo Cusimano e Marco Picone dialogano su Geografia umana, di Costantino Caldo (1987)
13:00 – Pausa e buffet
14:30 – Paola Morelli e Egidio Dansero dialogano su Regione e territorio, di Adalberto Vallega (1981)
15:30 – Claudio Cerreti e Claudio Minca dialogano su Regione e regionalizzazione, a cura di Angelo Turco (1984)
16:30 – Dibattito generale

L’incontro sarà diffuso in live streaming a cura del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici

Sala del Consiglio del Dipartimento di Studi Umanistici – Università Roma Tre – Roma, Via Ostiense 234

Locandina

Convegno annuale AIC 2013

Dall’8 al 10 maggio 2013 si terrà, presso l’Università di Sassari, il Convegno annuale dell’Associazione Italiana Cartografia “Stati generali della Cartografia”.

Fare il punto sulla situazione attuale della produzione e diffusione della carta, da quella storica e del passato più recente alle nuove applicazioni di carattere informatico, non trascurando il mondo dei mappamondi virtuali e, oggi, del “wiki” applicato anche alla rappresentazione dei dati geografici, è l’obiettivo di questo convegno organizzato a Sassari dall’Associazione Italiana di Cartografia.

Programma

Il CISGE patrocinerà l’evento.