Mostra “La geografia serve a fare la guerra?”

La geografia serve a fare la guerra? È l’interrogativo che si pone la mostra della Fondazione Benetton Studi Ricerche, a cura di Massimo Rossi, in calendario negli spazi Bomben a Treviso da domenica 6 novembre 2016 a domenica 19 febbraio 2017.

Maggiori informazioni | Trailer | Scheda del volume a cura di Massimo Rossi

Sono in via di pubblicazione i video delle conferenze. Si accede sia dalla pagina principale della mostra, sia dalle singole pagine delle conferenze di cui ad oggi è disponibile il video.

Sul sito di Rai Tre è inoltre disponibile il servizio dedicato dalla trasmissione Bellitalia alla mostra La geografia serve a fare la guerra?

Geografie che hanno fatto Storia. III – I lunghi anni 1980

Grandi libri nella geografia italiana contemporanea. III – I lunghi anni 1980

Giovedì 3 novembre 2016 – Aula Verra – Scuola di Lettere, Filosofia, Lingue (Università degli Studi Roma Tre)
Roma, Via Ostiense 234

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su cinque libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia in Italia.

Programma

10:00 – Saluti di apertura e presentazione dell’incontro

Coordina la sessione mattutina Francesca Governa

10:30 – Claudio Cerreti e Filippo Celata dialogano su
Dopo la Geografia, di Massimo Quaini (1978)

11:30 – Fabio Lando e Marcello Tanca dialogano su
Les langages des représentations géographiques, a cura di Gabriele Zanetto (1987)

12:30 – Piergiorgio Landini e Silvia Siniscalchi dialogano su
I segni del mondo, di Franco Farinelli (1992)

13:30 – Pausa e buffet

Coordina la sessione pomeridiana Maria Tinacci

15:00 – Claudio Minca e Marcella Schmidt di Friedberg dialogano su
The Condition of Postmodernity, di David Harvey (1989)

16:00 – Raffaele Cattedra e Matteo Marconi dialogano su
Verso una teoria geografica della complessità, di Angelo Turco (1988)

17:00 – Claudio Cerreti e Claudio Minca, Commenti a conclusione di un’esperienza

17:30 – Dibattito generale

L’incontro sarà diffuso in live streaming a cura del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici.

Con il sostegno dei Master Digital Earth e Smart Governance. Strategie e strumenti GIS per la gestione dei beni territoriali e culturali e Studi del territorio – Environmental Humanities.

Sessione della mattina

Sessione del pomeriggio

X seminario Dalla mappa al GIS: Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio

Il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Roma Tre, in collaborazione con il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, organizza nei giorni 7 e 8 aprile 2016 la decima edizione del Seminario di studi storico-cartografici Dalla mappa al GIS. Il tema al centro dell’incontro è Il progetto del territorio nelle fonti d’archivio, ossia la riflessione sull’importanza delle ricerche e delle fonti custodite negli archivi e nelle conservatorie in genere per lo studio e la comprensione delle dinamiche territoriali, nel lungo periodo, soprattutto in prospettiva dell’individuazione, dell’analisi e della soluzione dei problemi odierni. Indubbiamente, ormai, la complessa realtà attuale affonda le proprie radici nei processi geostorici e nelle dinamiche ambientali che hanno interessato in passato il territorio, perciò i progetti di governance territoriale non possono prescindere da tali studi per proporre interventi risolutivi. Seguendo la tradizione dell’appuntamento romano, l’intento è quello di fare emergere casi di studio, pratiche virtuose, proposte e spunti di discussione per supportare la riflessione epistemologica e teorica sul rapporto fra l’uomo e l’ambiente.

Programma

7 aprile 2016

8 aprile 2016 – mattina

8 aprile 2016 – Pomeriggio

Geografie che hanno fatto Storia. II – Gli anni ’80 (bis)

Giovedì 26 febbraio 2015 si terrà il secondo incontro sui Grandi libri nella geografia italiana contemporanea.
(Qui il programma del primo incontro)

II – Gli anni ’80 (bis)

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su quattro libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia in Italia.

Coordina Franco Farinelli

Programma
10:30 – Saluti di apertura
10:45 – Claudio Cerreti e Claudio Minca presentano l’incontro
11:00 – Lida Viganoni e Davide Papotti dialogano su Una introduzione alla Geografia umana, di Pasquale Coppola (1986)
12:00 – Girolamo Cusimano e Marco Picone dialogano su Geografia umana, di Costantino Caldo (1987)
13:00 – Pausa e buffet
14:30 – Paola Morelli e Egidio Dansero dialogano su Regione e territorio, di Adalberto Vallega (1981)
15:30 – Claudio Cerreti e Claudio Minca dialogano su Regione e regionalizzazione, a cura di Angelo Turco (1984)
16:30 – Dibattito generale

L’incontro sarà diffuso in live streaming a cura del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici

Sala del Consiglio del Dipartimento di Studi Umanistici – Università Roma Tre – Roma, Via Ostiense 234

Locandina

IX seminario “Dalla mappa al GIS” (Roma, 9 e 10 aprile 2015)

IX seminario di studi storico-cartografici
Dalla mappa al GIS

“Terremoti e altri eventi calamitosi nei processi di territorializzazione”

Roma, 9 e 10 aprile 2015

#mappagis15 – Segui e commenta il Seminario

Programma – Locandina

9 aprile 2015
Gli eventi calamitosi e i processi di territorializzazione

Ore 15,00 – Saluti istituzionali

Ore 15,30 – I sessione – Presiede: Annalisa D’Ascenzo
NICOLA GABELLIERI, VALBONA FLORA
“Nomi dei luoghi” e eventi calamitosi: proposta per un approccio storico alla toponomastica applicato al caso toscano

MATTEO PROTO, ALESSANDRO RICCI
Cartografia e “pax idraulica”: esondazioni, progettazione e gestione del territorio nella valle dell’Adige

LUISA SPAGNOLI
L’azione territorializzante e i processi rigenerativi. Il paesaggio dell’acqua e l’Aniene

Ore 16,30 Pausa caffè

Ore 17,00
MICHELE CASTELNOVI
Le alluvioni del Bisagno (Ge) in prospettiva storico-geografica

ASTRID PELLICANO
Dinamica territoriale e recupero ambientale di Sarno a quasi vent’anni di distanza dal dissesto

ALEXANDRE NOBAJAS
Using historical cadastral cartography to study the relationship between flash floods and urban change in Barcelona

MARIO AVERSA
Eventi naturali, informazioni storiche, elementi geomorfologici e contributo fornito dall’analisi delle immagini satellitari radar

Ore 18,20 – Dibattito

10 aprile 2015
I terremoti e le dinamiche territoriali

Ore 9,30 – II sessione – Presiede: Carla Masetti
ALESSANDRO GUIDI
L’influenza delle eruzioni vulcaniche sul popolamento pre- e protostorico della Campania

JOSÉ MIGUEL DELGADO BARRADO
Reflexiones metodológicas del traslado de ciudades por fenómenos telúricos en Italia Meridional. Casos de Val di Noto, Calabria y Belice (siglos XVII-XX)

ANNA GRIMALDI
Il terremoto del 1783 in Calabria e in Sicilia. Fonti iconografiche e resoconti di viaggio

SIMONETTA CONTI
Il terremoto del 1783 e la ricostruzione

Ore 11,10 Pausa caffè

Ore 11,30
ANNALISA D’ASCENZO
«Allo stato funesto della Città [dell’Aquila] rovinata in tante parti… si aggiunse il non meno funesto del contado». I terremoti come fattore del complesso rapporto fra la città e il suo territorio?

MARCO PANTALONI, FABIANA CONSOLE, PAOLO PERINI
Evoluzione della Piana del Fucino tra bonifica e terremoto (1870 – 1915)

LINA CALANDRA, MARTA ALLEVI, SERENA CASTELLANI, FRANCESCA PALMA
Il laboratorio Cartolab nel post-sisma aquilano: ricerca, partecipazione, educazione all’interfaccia tra politica e società

ANTONELLA PRIMI, CHIARA ACCOGLI
Eventi sismici e cartografia critica: i casi di L’Aquila e Haiti

Ore 13,00 – Presentazione dei poster
Poster di: SERENA CASTELLANI; ANTONIO COLAPIETRO e MAURO LUCARINI.

Ore 15,00 – III sessione – Presiede: Claudio Cerreti
EMILIA SARNO
Dai “tremuoti” al rischio sismico: la memoria storica per la salvaguardia del territorio

PAOLO MACCHIA, MASSIMILIANO GRAVA
Il terremoto toscano del 1846: dalla mappa al GIS

FAUSTO MARINCIONI, MAHSA SABOUR, MICHELE MARCONI
Mappare il rischio sismico nella Regione Marche; l’uso dei GIS nei modelli empirici di previsione basati sull’analisi del catalogo sismico e la vulnerabilità strutturale degli edifici

GIANLUCA CASAGRANDE
Effetti materiali di un terremoto e percezione geoculturale: considerazioni sul caso della sequenza sismica in Pianura Padana (2012)
Ore 16,20 – Dibattito

#mappagis15 – Segui e commenta il Seminario

I sessione – 9 aprile 2015, ore 15,00

II sessione – 10 aprile 2015, ore 9,30

III sessione – 10 aprile 2015, ore 15,00

Ottavo Seminario Dalla mappa al GIS

Per un atlante della Grande Guerra

21 e 22 maggio 2014
Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci”
Dipartimento di Studi Umanistici – Università degli Studi Roma Tre
Via Ostiense, 234/236 (metro B, fermata “Marconi”)

Presentazione
Tema conduttore dell’Ottavo seminario di studi storico-cartografici “Dalla mappa al GIS” è la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale, da cui il sottotitolo Per un Atlante della Grande Guerra. È intenzione degli organizzatori non solo di proporre spunti e favorire riflessioni sull’utilizzo dei laboratori geocartografici universitari come sostegno alla didattica e alla ricerca, ma in particolare, riunendo studiosi provenienti da più aree disciplinari, di ipotizzare alcune linee guida per una possibile collaborazione a un progetto comune, finalizzato alla realizzazione di un Atlante della Grande Guerra.
In considerazione del carattere interdisciplinare del Seminario, la definizione delle sessioni al suo interno è alquanto varia e privilegia tanto ambiti di ricerca con stretto riferimento alle trasformazioni prodotte sul territorio prima, durante e dopo lo svolgimento del conflitto mondiale, quanto tematiche relative al recupero, tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale della “memoria storica” della Prima Guerra Mondiale, attraverso anche l’utilizzo delle più recenti tecnologie (allestimento di siti web e di portali, ideazione di percorsi virtuali con i GIS, condivisione di base dati on line, …).
L’incontro, come ogni anno, è articolato in una serie di interventi distribuiti in più sessioni. Accanto ad esse, è prevista anche una sessione poster, collegata all’argomento delle due giornate di studio e finalizzata alla presentazione di ricerche in corso e di lavori con taglio più circoscritto.

Programma
Programma con abstract

Streaming del Seminario

Geografie che hanno fatto Storia. I – Gli anni ’80

Giovedì 27 febbraio 2014 si terrà il primo di una serie di incontri sui Grandi libri nella geografia italiana contemporanea.

I – Gli anni ’80

Ricezione dell’opera, scuole, riproduzione del personale scientifico: riflettendo su tre libri che hanno cambiato il modo di pensare la Geografia.
(altro…)