I viaggi e la modernità. Dalle grandi esplorazioni geografiche ai mondi extraterrestri

Il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici e il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Roma Tre organizzano a Roma, nei giorni 5 e 6 dicembre 2019, un convegno internazionale di studi dal titolo I viaggi e la modernità. Dalle grandi esplorazioni geografiche ai mondi extraterrestri.

Convegno internazionale di studi I viaggi e la modernità. Dalle grandi esplorazioni geografiche ai mondi extraterrestri (Roma, 5-6 dicembre 2019)

 Il 2019 segna nella storia dei viaggi e delle esplorazioni una ricorrenza importante: si celebrano infatti i cinquecento anni dalla partenza del primo viaggio di circumnavigazione del mondo affidato a Ferdinando Magellano e i cinquanta anni dallo sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna.

Partendo da questi spunti, il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici e il Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” del Dipartimento di Studi umanistici di Roma Tre organizzano a Roma un convegno che vuole riflettere sul peso avuto dalle grandi esplorazioni e dai viaggi nell’evoluzione del pensiero e della cultura, nelle scienze e nei saperi intesi in senso ampio, dalla politica alla religione, dall’antropologia alla storia dell’arte, dalla farmacopea all’alimentazione.

Gli elementi di novità che scossero l’Europa nel primo Cinquecento, e di conseguenza il resto del mondo, inaugurarono anche terminologicamente l’inizio di un processo di differenziazione, di caratterizzazione, di specificazione di moltissimi aspetti della realtà proseguito nei secoli successivi, grazie ai confronti sempre più diretti fra civiltà lontane, agli scambi materiali e immateriali, alle riforme e alle rivoluzioni che scaturirono dal progressivo allargamento dell’orizzonte geografico. Le Indie, Orientali e Occidentali, furono sottoposte a locali processi di conquista, sfruttamento ed evangelizzazione che andarono di pari passo con le lotte di potere legate all’ascesa o alla decadenza delle grandi potenze europee fino al XIX secolo.

I viaggi diretti alle Americhe e alle regioni inesplorate (Australia e Africa) si collegano così a quelli compiuti nel Novecento nelle terre polari che a loro volta trovano molti echi nelle spedizioni verso i mondi extraterrestri nei quali l’aspetto tecnologico sembra prevalente, ma che toccano da vicino gli stessi temi della percezione, dell’apertura al nuovo, in un fluire ininterrotto delle esperienze odeporiche dall’esplorazione della Terra a quella dello spazio.

L’incontro è aperto alle discipline che si occupano di viaggi e letteratura, di evoluzione del pensiero scientifico, di geografia e di storia, di rapporti transcalari e di lungo periodo fra l’Europa, i continenti extraeuropei e i mondi extraterrestri. Questi gli spunti di partenza che verranno analizzati dagli intervenuti per riflettere sull’importanza del viaggio nell’apertura degli spazi fisici e mentali.

Programma

Locandina

5 dicembre 2019

6 dicembre 2019

Milano Map Fair 2020

Sabato 18 gennaio 2020, dalle ore 10.00 alle 18.00, nelle prestigiose sale dell’Hotel Michelangelo (a pochi metri dalla Stazione Centrale di Milano), si svolgerà la Milano Map Fair. Ingresso libero.

Per maggiori informazioni www.milanomapfair.it

 

In dirigibile al Polo Nord (19 dicembre 2019)

Giovedì 19 dicembre 2019, alle ore 17.30, presso l’Università Europea di Roma (aula Tesi), si terrà la presentazione del volume di Sergio Alessandrini “In dirigibile al Polo Nord”.
L’incontro sarà introdotto dal prof. Gianluca Casagrande (GREAL). Interverranno la prof.ssa Annalisa D’Ascenzo, Coordinatrice della sezione di Storia dei viaggi e delle esplorazioni del Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, il Dir. Roberto Sparapani del Consiglio Nazionale delle Ricerche e il T. Col. Adelio Roviti, direttore del Museo Storico dell’Aeronautica Militare. Sarà presente l’autore.

Maggiori info sul sito del GREAL.

Locandina

Esiti elezioni Assemblea straordinaria e ordinaria CISGE 2019

Nel corso dell’Assemblea straordinaria e ordinaria dei soci del CISGE, tenutasi a Roma il 6 dicembre 2019, si sono svolte le operazioni per l’elezione delle cariche sociali per il triennio 2020-2022.

Preso atto che l’Assemblea dei soci aveva approvato all’unanimità la proposta di modifica dell’art. 14 dello Statuto, si è proceduto con lo scrutinio per l’elezione del Coordinatore della nuova sezione “Fonti geostoriche applicate”.

I risultati sono i seguenti:

Coordinatore centrale: Carla Masetti
Coordinatore della sezione di Storia della cartografia: Massimo Rossi
Coordinatore della sezione di Storia della geografia: Paola Pressenda
Coordinatore della sezione di Geografia storica: Anna Guarducci
Coordinatore della sezione di Storia dei viaggi e delle esplorazioni: Annalisa D’Ascenzo
Coordinatore della sezione di Fonti geostoriche applicate: Elena Dai Prà
Responsabile dei rapporti con gli enti stranieri: Luisa Rossi
Responsabile dei rapporti con gli enti italiani: Luisa Spagnoli
Segretario-tesoriere: Arturo Gallia
Revisori dei conti: Pierluigi De Felice, Carlo Alberto Gemignani, Silvia Siniscalchi

In allegato il verbale del seggio elettorale.

Ringraziamo tutti i soci che hanno voluto essere presenti in questo importante momento sociale esprimendo il loro voto.

Raccontare il mondo, descrivere la natura. Alexander von Humboldt a 250 anni dalla nascita

Il 28-29 novembre si terrà presso la Facoltà di Studi umanistici dell’Università degli Studi di Cagliari il Convegno Internazionale di Studi “Raccontare il mondo, descrivere la natura. Alexander von Humboldt a 250 anni dalla nascita”. L’evento si si prefigge di indagare le numerose sfaccettature della figura di Alexander von Humboldt e la molteplicità degli influssi della sua opera e del suo pensiero in ambito storico, geografico, letterario e linguistico attraverso il contributo di studiosi dell’Università di Cagliari e di ospiti di fama internazionale. Il convegno ha ottenuto il patrocinio dei principali sodalizi geografici, delle società di studi germanici e dell’Associazione Humboldt Italia.

Locandina

Imago Tridentina. La cartografia storica manoscritta del Trentino dagli archivi territoriali

Si comunica che presso la sede del Centro Geo-Cartografico di Studio e Documentazione (GeCo), sita presso Palazzo Alberti Poja (Corso Bettini, 41, Rovereto TN), è stata allestita la mostra cartografico-storica “Imago Tridentina. La cartografia storica manoscritta del Trentino dagli archivi territoriali”.

Il percorso espositivo rappresenta un viaggio nella storia plurisecolare del territorio trentino; guida e fil rouge di questa esplorazione dello spazio e nel tempo sono le cartografie storiche manoscritte prodotte tra il XVI e il XIX secolo. Per la prima volta sarà quindi visibile al pubblico il patrimonio cartografico storico custodito dagli archivi trentini.

Gli spazi espositivi saranno aperti al pubblico ogni

–       Venerdì 15:00/ 17:00

–       Sabato 10:00/ 12:00

dal 10 ottobre 2019 al 15 maggio 2020.

Per gruppi e/o scuole è possibile visitare la mostra su prenotazione in orari e giorni differenti da quelli sopra indicati, con visite guidate tenute dal personale del Centro GeCo

Per ulteriori informazioni e per le prenotazioni, si invita a contattare l’indirizzo geco.lett@unitn.it.

Locandina

CONVOCATORIA DE BECAS TALLER INTERCAMBIOS: ECONOMIAS, SOCIEDADES Y CULTURAS

L´Escuela Española de Historia y Arqueología del CSIC en Roma (EEHAR-CSIC), la Fondazione Luigi Einaudi di Torino e
l’Università degli Studi Roma Tre avviano una collaborazione scientifica al fine di promuovere l’attività di giovani ricercatori
nel campo della storia e, più in generale, delle scienze umane. Nella convinzione che solo attraverso esperienze di condivisione
scientifica a carattere trasversale e intergenerazionale lo studio del passato possa contribuire efficacemente al
progresso e al benessere delle nostre società.
A tale scopo le istituzioni citate organizzano nei giorni 4, 5 e 6 febbraio 2020 un Atelier per giovani ricercatori sul tema
“Scambi: economie, società e culture, 1400-1800”, coordinato da Rafael Valladares (EEHAR-CSIC), Franco Motta
(Università degli Studi di Torino) e Paolo Broggio (Università degli Studi Roma Tre). L’Atelier avrà luogo nella sede
dell’EEHAR-CSIC (via di Sant’Eufemia 13). Ciascuna delle sessioni comincerà con una relazione dei Professori Hilario Casado
(Universidad de Valladolid), Diogo Ramada Curto (Universidade Nova de Lisboa) e Charlotte de Castelnau-L´Estoile
(Université Paris Diderot). Dopo ogni relazione ci sarà una discussione. A continuazione saranno presentati e discussi, con
la partecipazione dei docenti, i progetti di ricerca di 10 giovani ricercatori: dottorandi, dal secondo anno di iscrizione in
avanti, e dottori di ricerca in discipline storiche che abbiano conseguito il titolo da non più di 4 anni alla scadenza del presente
bando. Le lingue dell´Atelier saranno principalmente l´italiano, lo spagnolo e l´inglese.

Bando

Seminario “Massimo Quaini e il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici”

A quasi due anni dalla sua scomparsa, il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici, con il contributo del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre e del Dipartimento di Studi Storici dell’Università di Torino, organizza a Roma un seminario dal titolo “Massimo Quaini e il Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici”.

L’incontro vuole ricordare lo studioso, l’amico, un collega e un riferimento per tutti coloro che si sono ritrovati e si ritrovano nel CISGE. Tra i fondatori del nostro centro, Massimo Quaini ha rappresentato una delle figure intellettualmente più vivaci e critiche della Geografia italiana e in particolare degli studi geostorici.

È sembrato doveroso e importante ripensare al contributo di Massimo Quaini restituendone un quadro articolato attraverso le quattro sessioni tematiche di cui il Centro si compone.

Il Seminario è rivolto in special modo ai giovani in formazione, ai dottorandi delle discipline geografiche e storiche che vogliano comprendere, da un particolare punto di vista, le vicende della nostra storia più recente.

L’appuntamento è per i giorni 24 e 25 ottobre 2019 presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre (Sala del Consiglio, I piano).

 

Locandina

Modulo di partecipazione

 

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE

Ore 15.00 – Introduzione ai lavori. Carla Masetti

Ore 15.30 – Massimo Quaini, un geografo per la storia. Carla Masetti coordina Carlo A. Gemignani e Roberta Cevasco

  • Storia della Cartografia. Massimo Rossi coordina Luisa Rossi e Andrea Cantile
  • Storia della Geografia. Paola Pressenda coordina Floriana Galluccio e Claudio Cerreti

 VENERDÌ 25 OTTOBRE

 Ore 9.30

  • Storia dei viaggi e delle esplorazioni. Elena Dai Prà coordina Francesco Surdich e Annalisa D’Ascenzo
  • Geografia storica. Anna Guarducci coordina Paola Sereno e Leonardo Rombai

Tavola rotonda conclusiva

Comitato scientifico: Elena Dai Prà, Annalisa D’Ascenzo, Carlo Gemignani, Anna Guarducci, Carla Masetti, Paola Pressenda, Massimo Rossi

Organizzazione scientifica: Centro Italiano per gli Studi Storico-Geografici

Con il contributo di: Dipartimento di Studi Umanistici, Università Roma Tre; Dipartimento di Studi Storici, Università di Torino

Sessione del 24 ottobre

Sessione del 25 ottobre