«Geostorie» in Open Access

Agli amici e ai soci del CISGE

 in questa situazione di emergenza sanitaria e nello stato di isolamento forzato in cui ci troviamo, il Comitato direttivo vuole esprimere la propria vicinanza e solidarietà ai soci e amici del CISGE.

Cercando di proporre una forma pratica di supporto a tutti voi, cogliamo l’occasione per comunicare che è stato portato a termine il progetto per rendere disponibili in Open access i numeri della nostra rivista. Troverete dunque gli articoli, le note, le segnalazioni pubblicati, dal primo numero del «Notiziario» del 1992 fino all’ultimo «Geostorie» (2-3/2019).

Per accedere alla risorsa potete collegarvi al sito del CISGE e seguire le indicazioni per la rivista, oppure utilizzare il link diretto http://www.cisge.it/ojs/index.php/geostorie/index.

Tra le centinaia di articoli, potrete ripercorrere la storia della nostra rivista e quella del CISGE, come nella lettera che Ilaria Luzzana Caraci scrisse nel 1992 per presentare l’allora nuovo progetto editoriale (http://www.cisge.it/ojs/index.php/geostorie/article/view/279).

L’importante lavoro di messa on line e di organizzazione funzionale dei fascicoli è stato reso possibile grazie al prezioso lavoro di organizzazione e di coordinamento svolto dalla Direttrice e dal Segretario-tesoriere – che qui ringrazio pubblicamente -, con il supporto del Laboratorio geocartografico “Giuseppe Caraci” dell’Università Roma Tre, presso il quale, sulla base di una convenzione stipulata tra il CISGE e il Dipartimento di Studi Umanistici, vengono attivati tirocini curricolari. In tal senso una particolare menzione va alla dottoressa Roberta Rodelli.

 Ci auguriamo che questo contributo possa essere di vostro gradimento e di supporto.

 Un caro saluto e a presto,
Carla Masetti
Coordinatrice centrale del CISGE